Idee per organizzare casa,  Qui casa Gallina

Vivere al meglio la propria casa ai tempi del Covid-19

Finalmente ci siamo, il fatidico 4 maggio è arrivato e siamo stati catapultati nella famosa Fase 2, e… E a quanto pare non molto è cambiato.

Alcune “abitudini” del lockdown faranno parte del nostro quotidiano ancora per qualche mese, pensiamo solo allo smart working o all’impossibilità di andare in palestra.

Per fortuna c’è chi ci può dare dei validi consigli per organizzare al meglio questo nostro periodo di casalinghitudine forzata.

Sto parlando di Andrea Castrignano, l’interior designer più famoso della tivù che si sta preparando a tornare in onda con la decima edizione del suo fortunatissimo docu-reality “Cambio casa, cambio vita!”.

Lo Smart Working

ph Credit Riccardo Lanfranchi per MCS & Partners

Sono 8 milioni gli italiano che si sono innamorati del lavoro agile, che rimarrà fortemente racomandato anche nella Fase 2.

“È però molto importante ricavare spazi idonei e funzionali per mantenere l’ordine – premette Andrea Castrignano – e facilitare la concentrazione. Organizzate i materiali necessari e i documenti in scatole con coperchio che a conclusione del lavoro possano essere riposte, soprattutto se non si possiede una scrivania e si utilizza magari il tavolo da pranzo. Altro dettaglio non secondario è una sedia comoda: spesso le sedie che abbiamo in casa non sono il massimo dell’ergonomia, è sufficiente aggiungere un cuscino morbido a quella della cucina.”

Le riunioni virtuali in videoconferenza, o le sessioni di e-learning, sono all’ordine del giorno? “Consiglio di trovare un angolo della casa ben illuminato – continua Castrignano – e di posizionarsi con alle spalle un quadro o una libreria: darete di voi un’immagine senz’altro più professionale. Se ad abitare la casa siete in molti, cercate di sistemare un piccolo tavolo nella vostra camera da letto, vi garantirà un po’ di privacy e concentrazione.”

Riorganizzare la libreria

ph Credit Armando Moneta per MCS & Partners

Amanti dei libri alzate la mano! Anche voi ne avete in casa migliaia che vi piace di tanto in tanto riprendere in mano e sfogliare? Perché non approfittare di questo esilio casalingo per riorganizzare ed ordinare la libreria?

” L’ordine è molto importante perché aumenta il grado di comfort della nostra casa. Ci sono molti criteri per riorganizzare la libreria, il mio preferito è… per colore! Una volta stabiliti i “generi” delle letture, darà un effetto molto divertente sistemare i libri tenendo conto del colore dei dorsi, intervallando le posizioni dei libri per dare un po’ di movimento tra i ripiani. Un’altra cosa che a me piace molto fare è separare le varie categorie con dei quadretti, delle fotografie o delle piccole sculture o semplicemente dei vasi o delle scatole porta oggetti: sarà più facile ritrovare un testo e molto più gradevole l’estetica d’insieme. Attenzione però a suddividere bene gli spazi e a non creare zone troppo vuote o troppo piene, ci vuole equilibrio.”

La zona fitness

ph Credit Armando Moneta per MCS & Partners

Abbiamo passato i primi 40 giorni di quarantena a sfornare pizze, torte e focacce. Ed ora?

Ora ci siamo resi conto che sulla bilancia i numeri sono lievitati e ci stiamo tornando a preoccupare del nostro benessere fisico.

In attesa che riaprano le palestre, se non si ha la fortuna di avere un’area verde a pochi passi da casa, sono sufficienti pochi accorgimenti per ricavare degli angoli per il fitness: “Per potersi prendere cura di sé in casa basta davvero poco – spiega Castrignano. “Per prima cosa occorre creare spazio adeguato valutando quale oggetto è possibile spostare per il tempo necessario: un coffe table, una poltrona o un pouf possono facilmente fare largo a un atleta! Il secondo elemento fondamentale è un tappeto: se ne avete già uno vi aiuterà molto per gli esercizi a terra, altrimenti cercate di recuperarne uno da un’altra stanza. Se fate fitness con un insegnante online o attraverso dei tutorial sarà fondamentale posizionarsi vicino al proprio laptop o tablet: ecco che un tavolino può essere di grande aiuto. Infine, la musica: come sapete io vivo a ritmo di musica che accompagna ogni momento della mia giornata: scegliere il giusto brano ritmato per gli esercizi cardio o una playlist rilassante per i momenti meditativi, vi aiuteranno moltissimo nella concentrazione.”

Sistemare gli armadi

ph Credit Armando Moneta per MCS & Partners

Forse la clausura ce lo ha fatto scordare, ma fuori è arrivata la Primavera! E sapete bene che questo è sinonimo di decluttering e sistemazione dell’armadio.

“Avere una cabina armadio è una grande fortuna perché ci consente di avere tutto a portata di mano senza doverci preoccupare troppo del disordine” – spiega Andrea. “Arriva però il momento dell’anno in cui dobbiamo riorganizzare gli abiti per il cambio di stagione il mio primo consiglio è: svuotarla completamente e iniziare a fare ordine pulendo accuratamente il mobilio e sostituendo la carta protettiva all’interno dei cassetti. Sia che abbiate una cabina armadio o un guardaroba, organizzate i vostri abiti per genere e, ovviamente, per colore: sarà più facile trovarli. Gli accessori come sciarpe, foulard e cinture possono trovare spazio in apposite scatole: sceglietele en nuance con i colori della camera da letto o della tonalità che avete scelto per i cuscini del letto o per le tende, il risultato sarà non solo di ordine, ma anche di grande eleganza!”

“Posizionate un profumatore d’ambiente nella cabina armadio o nella camera da letto con una fragranza a voi gradita: un buon profumo amplifica l’armonia dell’ambiente e aiuta a rilassarsi.”

Cambiare disposizione di alcuni oggetti o mobili

ph Credit Armando Moneta per MCS & Partners

Io adoro ogni tanto cambiare il look di casa! sia comprando nuovi complementi (proprio settimana scorsa una poltrona a dondolo è entrata nel pollaio), che spostando oggetti e mobili già presenti.

“Cogliete l’occasione per valutare se gli spazi della vostra abitazione, che vivete anche in momenti della giornata inconsueti, sono ben calibrati e provate a fare alcuni cambiamenti. Capita spesso – racconta Castrignano – che alcuni oggetti o complementi, che da tempo abbiamo collocato in un certo modo, possano apparirci nuovi semplicemente cambiando loro posizione; oppure sperimentando nuove ambientazioni per alcuni oggetti, possiamo scoprire soluzioni più funzionali. Piante, quadri, cuscini e piccoli complementi sono naturalmente gli oggetti più idonei per iniziare a fare dei piccoli cambiamenti. Divertitevi a trovare nuove soluzioni tenendo sempre presente l’illuminazione, le proporzioni e, ça va sans dire, i colori… Dopo qualche tentativo potreste stupirvi! Provate a creare un angolo lettura con una poltrona comoda, una lampada da terra o da tavolo, un piccolo tavolino e una pila di libri e riviste ancora da leggere: sarà il vostro rifugio di relax.”

11 commenti

  • Cristina

    Tutti ottimi consigli! Io non ho fatto granchè per migliorare la casa, devo essere sincera. Però i miei dolci al cucchiaio ormai hanno raggiunto livelli stratosferici, ahaha!!

    • Manuela Iannacci

      Io mi sono dedicata molto alla cucina e alla zona soggiorno e terrazzo e ogni tanto mi viene in mente una cosa nuova da fare…

  • Maria Domenica Depalo

    Riorganizzare la casa in questi tempi difficili (ma non solo in questi tempi) è un ottimo modo per combattere l’inevitabile malinconia. Riordinare i libri o cambiare la disposizione degli oggetti appaiono compiti particolarmente utili in tal senso. Personalmente mi piace anche molto l’idea di creare un angolo dedicato alla lettura. Sarebbe bellissimo per me averne uno in casa.
    Maria Domenica

  • Erika Scheggia

    Io purtroppo sono a casa dei miei e lavoro in smart working. In casa siamo in 4 ed è veramente un disastro, considerando il fatto che non andiamo molto d’accordo. Tutti e 4 connessi e tutti e 4 a dover condividere degli spazi che ci vengono stretti. Io condivido un buco di stanza con mia sorella, quindi non è mai esistito per noi il cambio armadio. Ci sta tutto l’armamentario estivo ed invernale nello stesso armadio, per questioni logistiche di spazio e non possiamo neanche più di tante cambiare l’assetto dei mobili, essendo davvero molto piccola. Per fortuna c’è un balcone che ci fa respirare un attimo in questi giorni d’inferno. E per fortuna c’è il lavoro che ti distrae. Adesso che possiamo uscire, la passeggiatina quotidiana la facciamo, nei pressi di casa. La zona fitness l’ho allestita in salotto, perché mi metto a terra sulle piastrelle a fare i miei 200 addominali quotidiani e un po’ di movimento aiutata dai tantissimi video tutorial che si trovano su youtube.

  • Veronica

    Vivendo all’estero la mia fase due sembra ancora lontana. Però ho trovato utili consigli in questo post. Anche se ho già riordinato gli armadi, la libreria e ho iniziato dopo un mese a fare attività fisica ahah

  • Angela Monetta

    Lavoro da casa da anni e avevo una mia scrivania, poi è arrivato il lockdown e anche mio marito ha dovuto adeguarsi allo smart working. Abbiamo dovuto sistemare un nuovo computer fisso e l’unico posto libero era proprio la scrivania. Ora io invece, che lavoro con il portatile, mi sono appropriata del tavolo da pranzo e le cose che utilizzo tutti i giorni sono in un paio di scatole che ogni sera metto da parte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: