Idee per decorare casa,  Un Nido tra le Nuvole

Cinque oggetti da comprare al mercatino delle pulci. La casa dei sogni tra moderno e vintage.

Le domeniche di primavera, ma anche quelle di inizio estate, sono da vivere a spasso per le nostre città e paeselli che, tra sagre e feste di ogni sorta, sanno regalarci splendidi momenti da vivere insieme in famiglia.
E spesso questi momenti di svago si affiancano a mercatini dell’antiquariato che possono riempire gli occhi di stupore (e la casa di tanti nuovi oggetti decorativi).
brown wooden drumstick beside brown wooden case
Photo by Paula on Pexels.com

Una delle tendenze dell’arredamento di interni degli ultimi tempi è affiancare il vintage al moderno, magari mescolando mobili di stile contemporaneo con oggetti E decorazioni di vario genere più datati.

Nascondere qua e là per la casa qualche tocco di antico, serve ad ammorbidire i tratti di uno stile troppo moderno e minimale, aiuta a rendere una casa più calda e accogliente. 
Collabora nel creare richiami alle case di una volta, quelle delle nostre nonne, dove siamo cresciute e che ricordiamo con una lacrima pronta in viso, può aiutarci a rendere più famigliare ogni ambiente.
Portare un po’ di storia in casa può aiutarci a raccontare ai nostri figli come vivevano i loro nonni o bisnonni, in un mondo che sembra tanto lontano temporalmente, ma che in realtà non lo è affatto.
I mercatini delle pulci, possono essere fonte di veri tesori adatti ad impreziosire con un tocco vintage le nostre case.

Ecco a voi l’elenco dei cinque oggetti che non potete non acquistare in un mercatino delle pulci.

Un grammofono

Sono una grande appassionata di musica, un amore che unisce me e mio marito e che stiamo cercando, un passo alla volta, di trasmettere anche alle nostre figlie.
Certo in casa non mancano i più moderni mezzi per riprodurre la musica, ma il mio sogno rimane sempre quello di acquistare, prima o poi, un grammofono.
Magari uno ancora funzionante, grazie al quale poter ascoltare vecchi vinili, capaci di creare con i loro suoni (e le loro imperfezioni), un’atmosfera unica…

Una stampa antica

No, non intendo che dovete cercare un manoscritto medievale… Trovo molto affascinanti le stampe databili a cavallo tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento: a volte semplici cartoline che raffiguravano momenti tratti dalla vita quotidiana oppure utopici paesaggi del futuro.
Forse gli anni passati a divorare letteralmente i libri di Jules Verne hanno influenzato non poco questa scelta, lo ammetto.
Singolari anche le prime pubblicità, colme di colori e volti sorridenti, con tratti esotici.
Scegliete un angolo di casa, racchiudete tutte queste immagini in tante cornici ed esponetele per aprire una porta che faccia fare un salto indietro nel tempo di un secolo o poco più.

Un vaso di porcellana

Alzi la mano chi non ha in mente il ricordo di almeno una statuina di porcellana rinchiusa in qualche vetrinetta di casa della nonna…
Lo ammetto, non sono grande amante del genere, ma c’è un elemento che credo potrei riportare volentieri per arredare una casa moderna: un vaso di porcellana.
Un vaso da riempire sempre di fiori freschi per portare un po’ di romantica freschezza in casa.

Uno specchio

Rimango sempre affascinata da come invecchiano gli specchi. Dalle sfumature, dalle macchie che si creano sulla loro superficie col passare dei decenni. Se poi sono attorniati da qualche cornice originale, non si possono certamente abbandonare sulla bancarella.
Uno specchio antico può impreziosire ogni angolo di casa, dall’ingresso, alla camera da letto, al salotto… Può anche diventare la base per un tavolino unico, idea naturalmente non adatta per una casa abitata da esserini sotto i cinque anni… O forse anche sotto i dieci?
photo of art studio with brown wooden glass panel
Photo by Studio 7042 on Pexels.com

Un mobiletto antico

Che si tratti di un tavolino, di una piccola cassettiera o di uno sgabello, un elemento di mobilio d’altri tempi mescolato ad un arredamento moderno riesce a rendere a mio avviso più calda ed accogliente qualsiasi stanza,
Nei mercatini dell’antiquariato molto spesso si possono trovare vecchi mobili, magari un po’ rovinati dal tempo, che con pochi tocchi ed un piccolo restauro, possono tornare a risplendere in tutta la loro bellezza. Fino a cambiare completamente look e, a volte, anche scopo…
E voi cosa comprereste in un mercatino delle pulci?

9 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: