Mamma Chioccia,  Vita da mamma

Estate, vacanze e digital detox

Ebbene, ci siamo, il fatidico momento è arrivato!

Finalmente con luglio si apre la stagione delle ferie in casa Gallina, finalmente si smetterà di pensare tutto il giorno a numeri e conteggi e si penserà solamente al mare, alla spiaggia ed alle onde…

Photo by Lisa Fotios on Pexels.com

Che ansia!!!

Sì, perché vi devo svelare un segreto: per la frizzantina Silvia pre pargoli, le vacanze sono sempre state un turbinio di spostamenti. Si organizzavano sì cinque massimo sei giorni al mare, ma erano sempre intervallati a giornate a visitare nuove località.

E se poi andiamo a scavare nella mia vita pre status “impegnato” (per dirla alla maniera social), il mare durante le vacanze non lo vediamo proprio, se non come sfondo di un tramonto scozzese o compagno di un fiordo norvegese.

Ma questa estate ho deciso di cambiare vita e farò ben dieci giorni consecutivi di mare (ne ho programmati anche altri sei, ma per fortuna sono a due settimane distanza da questi)!

Lo so, lo so… Sono una mamma, non mi accorgerò nemmeno dei dieci giorni, tornerò probabilmente ancora più stressata del giorno della partenza, e tutte queste storie qua… La solita solfa che si sente uscire dalle bocche delle mamme i giorni prima della partenza.

Oggi non voglio parlare dello stress materno da vacanza al mare, né di come preparare le valigie o di cosa non perdersi assolutamente al mare.

Photo by rawpixel.com on Pexels.com

Oggi voglio prendere con voi un impegno per le prossime vacanze, un impegno che, lo so, sarà difficilissimo da seguire e mantenere.

Oggi voglio parlarvi del Digital Detox.

Che cosa è il Digital Detox?

In brevi parole, si tratta dello staccarsi da quell’appendice ormai naturale del nostro corpo composta da smartphone, tablet, pc, insomma qualsivoglia device digitale, per dedicare un periodo di tempo interamente alla vita off line.

Sembra una passeggiata, vero? Ma pensateci: quante volte avete sfogliato la bacheca del vostro social preferito nell’ultima ora? Quante uscite tra amici o in famiglia sono state intervallate dalla ricerca dell’hashtag perfetto per condividere la foto più instagrammabile?

Photo by bruce mars on Pexels.com

Ho tante amiche e conoscenti che quando sono in vacanza, intasano la loro bacheca Facebook con foto di loro, dei figli e dei compagni al mare. Ma sì, direte voi, che sarà mai i tre minuti che impiego a pubblicare una foto su internet?

La condivisione, però, sappiamo bene non essere altro che l’ultimo passaggio: prima si deve fare la foto perfetta (e questo ok, si può mantenere anche in fase detox, così, giusto per portarsi a casa qualche ricordo che non fa mai male…), poi vuoi non fare quelle due o tre correzioni, applicare quei fantastici filtri che ci fanno apparire tutte perfette manco fossimo la Belen? E non vuoi cercare, come già detto, l’hashtag giusto, la frase o la citazione ideale, per fare in modo che la sciura al terzo piano del palazzo in fondo alla via rosichi nel vederci beate al mare mentre lei sta spazzando il balcone sotto i 45° all’ombra che imperversano in città?
In totale abbiamo perso quasi mezza giornata, per una foto magari ben piazzata, per creare ujn po’ di sana invidia, ma poi? In questo tempo che abbiamo passato attaccate allo schermo, quante cose avremmo potuto fare coi nostri nanetti? O anche da sole, mica per forza devono essere loro i protagonisti i ogni nanosecondo della nostra vacanza.

E’ difficile, molto più di quanto si possa pensare. Ma perché non impegnarci a dedicare almeno tre o quattro ore al giorno al detox digitale?

Photo by Yulianto Poitier on Pexels.com

Io ci proverò… Poi a settembre vedremo se ho vinto o meno la mia battaglia contro gli automatismi della vita quotidiana!

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: