Secondi piatti,  Una Gallina a Tavola

Remolazzitt Ross e Tonn

Cominciamo con un bell’antipastino, fresco e veloce.

Così ho pensato, prendendo in mano il ricettario della cucina milanese. Il bello dei ricettari è che al loro interno contengono ricette di ogni grado di difficoltà. Si passa da piatti che nemmeno un ristorante stellato a ricette da principianti dei fornelli.

Però in alcuni casi si esagera, sia da un lato che dall’altro…

E così ho preso in mano la sezione degli antipasti. Ed ho incontrato questa ricetta: REMOLAZZITT ROSS E TONN. Traduzione in italiano? Ravanelli rossi e tonno.

La ricetta scritta è presto detta: prendete del tonno in scatola, sgocciolatelo, tagliate a fettine sottili dei ravanelli, mescolate il tutto con sale e olio, e l’antipasto è pronto!

Va bene la praticità tipica dei milanesi, ma qui si esagera… Per fortuna il bello del cibo è che lo stesso alimento può trasformarsi ed un catastrofico antipasto può diventare un gustoso secondo piatto con contorno. Ed oggi vi racconto come!

Cosa serve? Davvero poco!

Un paio di tranci di tonno, un paio di etti di ravanelli, olio, sale (magari aromatizzato che è meglio) e, se vi aggradano, pepe ed aceto (per condire l’insalatina di ravanelli).

Uno degli aspetti che amo di più del tonno è come sia un pesce gustoso in qualsivoglia modo lo si cucini.

Che lo proponiate ai vostri commensali crudo, in tartarre, marinato, alla piastra, in umido, al forno… Non c’è una soluzione che non possa trovare un grandissimo successo durante la vostra cena!

Oggi però ho deciso di proporvelo alla piastra: una cottura semplice e veloce (come faccio con la carne, adoro lasciare il cuore del tonno un po’ al sangue – anche fin troppo secondo il parere di chi mi conosce…).

Basta scaldare la piastra, appoggiarvi sopra il tonno, condito con un po’ di sale e pepe, cuocere cinque o sei minuti per lato massimo ed il pesce sarà pronto! Ora dovrete pensare solo alla salsina di guarnizione e all’insalatina di contorno.

Per la guarnizione ho semplicemente preso i ravanelli, li ho triturati e mescolati poi con un goccio di olio, sale e pepe. Per l’insalatina, ho tagliato i ravanelli ed un paio di cetrioli a rondelle, li ho mescolati con qualche fetta di pomodoro e li ho conditi con olio, aceto, sale e pepe.

Tempo totale impiegato per preparare il tutto? Forse un quarto d’ora… Ma l’effetto è stato super (non tanto dal punto di vista estetico, aspetto sotto il quale posso molto ma molto migliorare…), l’ideale per rinfrescare queste giornate di fine estate ancora troppo afose per i miei gusti.

Per la prossima ricetta, però, credo mi dedicherò a sapori più autunnali… vino in gran quantità e poi vedremo!

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: