Mamma Chioccia,  Vita da mamma

Una notte tra donne a Milano

Prendete quattro amiche cresciute nella provincia lombarda. Una di queste si sposa, si trasferisce a Milano e, tra prole, mariti e compagni, per ben sei anni non riescono ad organizzare una serata fuori solo donne adulte… Che fare? Bisogna assolutamente porre rimedio!

Oggi vi racconterò proprio di questo, di come ho accompagnato tre mie vecchie amiche alla scoperta di un angolo di Milano che non conoscevano, in una tiepida serata di metà ottobre (e per fortune che era tiepida, altrimenti con tutti i chilometri a piedi che gli ho fatto fare, mi uccidevano prima di fine serata!).

Argomento del giorno: Una serata only women a spasso per il quartiere Isola di Milano.

Quando mi hanno proposto di organizzare una serata milanese tra donne, non ho avuto dubbi: bisognava andare nel quartiere Isola. Luogo che, tra l’altro, ho scoperto essere quasi sconosciuto tra i non milanesi ed i non amanti del design…

Come cominciare bene una serata tra donne? Con una bella bevuta in uno dei locali più noti di Isola.

Inizialmente volevo portarle alla scoperta del Frida, indubbiamente il più caratteristico e noto tra i locali della zona… Ma volevo prenotare un tavolo e sinceramente non ho capito come fare guardando il sito (colpa mia, al 200%!). Tra l’altro proprio per la sua notorietà era fin troppo pieno – ci siamo passate davanti, ma non siamo nemmeno riuscite ad affacciarci. Ideale per un’altro tipo di serata, ma non per questa.

E così ho scelto il Beer Garden, e ci siamo trovate benissimo!

Prenotare un tavolo è stato facilissimo e la risposta è stata più che immediata. Poi noi ci siamo presentate con tre quarti d’ora di ritardo (il parcheggio non è molto facile da trovare, ma un po’ come in tutta la zona centrale di Milano… a meno che tu non sia nato a Milano, allora lo vedrai anche in luoghi impensabili ai più), ma ci hanno comunque accolto benissimo.

Non cadete nel tranello del nome (come han fatto le mie amiche): si chiama Beer Garden, ma non servono solo birra. Certo per gli amanti del genere come me, c’è una vasta scelta di birre tra le quali scegliere, ma si possono anche trovare diverse proposte come menù del ristorante (e alquanto invitanti… Perché avevo già mangiato a casa, perché?), e qualunque cocktail venga richiesto, viene servito ubito!

Il risultato? Un tavolo, quattro amiche, dei vicini un filo rumorosi (ma ci sta…), una birra ambrata, tre gin tonic, patatine fritte e tanto tanto divertimento.

Ma la serata non è finita qua!

Se invitate delle vostre amiche che abitano in provincia per un’uscita milanese, non potete rimanere rinchiuse solo in un locale. Milano va scoperta passo passo, un cortile, un portone dopo l’altro.

Certo che il Bosco Verticale è uno spettacolo a tutte le ore del giorno!

E così abbiamo attraversato il quartiere Isola e siamo arrivate in Porta Nuova, in Piazza Gae Aulenti (una camminata di un quarto d’ora circa).

In piena notte, quattro donne sole in giro per Milano… Sembra l’inizio di un thriller o di un film horror. E invece le strade erano talmente piene di vita che nessuna ha temuto. O forse io sembravo talmente convinta di dove andare che ho trasmesso la voglia di esplorare.

Preparatevi: quando passerete sotto il Bosco Verticale ed una volta in Gae Aulenti con le sue fontane luminose, vorranno di certo fare una foto con questi luoghi sullo sfondo… E, come noi, rischierete di dover aspettare mezz’ora e fare mille tentativi prima dello scatto perfetto… Ma alla fine se non ci si diverte così…

La conclusione della serata in Corso Como, meta di molte delle nostre uscite da ventenni… E che abbiamo scoperto essere ancora oggi obiettivo principalmente di ragazzi e ragazze di questa età. Esatto i siamo sentite un po’ fuori luogo, ma è stato bello tornare in questi luoghi e vederli praticamente uguali a dieci anni fa. Lo so, lo so, sono cambiati radicalmente, ma in fondo i nostri punti saldi erano sempre lì ad aspettarci! Primo su tutti Caffè Novecento, da sempre il nostro preferito!

A questo punto ci siamo rese conto che l’età avanza ed il sonno è salito su di noi… E così abbiamo fatto una bella passeggiata fino al viale Zara dove avevamo parcheggiato, per tornare a casa (attenzione: se siete pigre o avete i tacchi a punta, meglio prendere i mezzi per tornare, ma ricordate che la metro ad un certo punto chiude e, come noi avreste rischiato di rimanerci intrappolate dentro…).

A breve per una nuova uscita milanese, non solo donne, ma accompagnate… Dove? Rimanete collegate e lo scoprirete presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: